Intera famiglia avvista il “puma”  «Era un grosso felino, ma nero»
La foto del puma scattata la scorsa estate a Casnate con Bernate

Intera famiglia avvista il “puma”

«Era un grosso felino, ma nero»

La polizia locale è subito intervenuta trovando i resti di due corvi

Pantera o puma? O entrambi? Il mistero del felino che si aggira nell’Olgiatese è sempre più fitto e rischia di trasformarsi in psicosi.

Se da una parte la maggior parte degli avvistamenti delle ultime settimane nell’Olgiatese sembrerebbero riferiti a un puma per il manto chiaro e la lunga coda, dall’altra una donna il giorno di Santo Stefano nella zona del cimitero di Cagno aveva visto a soli tre metri di distanza un felino nero con gli occhi gialli. Incontro segnalato anche alla polizia provinciale.

E ieri prima di pranzo un felino nero è stato vista da un’intera famiglia quella che sembrerebbe una pantera nei campi dietro il ristorante hotel Della Cascina Canova Vanda Vanotti residente in via Monte Rosa è stata allertata, prima dell’una dal cognato che le ha detto che dalla finestra vedeva un grosso felino. A quel punto tutta la famiglia è accorsa alla finestra per vedere di cosa si trattava.

«Siamo andati tutti alla finestra io, mio cognato, i miei figli e mio nipote – racconta la signora Vanotti – a vedere quale animale era e anche se distante a circa 200 metri dalla nostra abitazione abbiamo visto una macchia nerissima dalla camminata fluida come quella di un felino, un animale che era più grosso di un cane».

« Siamo rimasti alla finestra per cinque minuti e poi lo abbiamo perso di vista aggiunge - E a quel punto ho avvertito la polizia locale


© RIPRODUZIONE RISERVATA