Mozzate ha ripianato tutti i debiti
«Ora l’emergenza pesa sui conti»

Presentati al Consiglio online i risultati del piano di rientro pluriennale. Tra il 2014 e il 2019 recuperati oltre sei milioni ma spunta l’incognita degli effetti della crisi

Mozzate ha ripianato tutti i debiti «Ora l’emergenza pesa sui conti»

Consiglio comunale di MOzzate in video-conferenza on line. Un’idea che è stata realizzata grazie alla collaborazione di Andrea Annoni, esperto informatico, a propria volta ex-assessore e un volto molto noto in città, per essere stato maggiorente Palio mozzatese.

Una proposta organizzata nel giro di poco tempo e senza annunci particolari che ha visto fino a un centinaio di persone collegate. E non sono mancati coloro che hanno seguito la seduta dell’assemblea civica fino al termine, attorno alla mezzanotte.

Insomma, un pubblico molto superiore a quella della media della seduta del Consiglio comunale. Importanti anche gli argomenti in discussione, tra i quali in particolare il bilancio previsionale, un tema come noto delicato in città, diventato ancora più complesso ai tempi del coronavirus.

«Il bilancio e il documento di programmazione economica e finanziaria sono stati predisposti sulla base della legge di bilancio dello Stato per il 2020, approvato a fine 2019, quando la pandemia di cui il nostro Paese è vittima appariva una questione preoccupante ma ancora lontana – spiega l’assessore al Bilancio Daniela Corradi - avremo, purtroppo, modo e tempo per contestualizzare meglio queste previsioni nei giorni e mesi a venire».

«Per Mozzate, ancora in fase di piano di riequilibrio, quanto accaduto è ovviamente un problema in più perché è evidente che la crisi economica si rifletterà sulle previsioni di entrata – spiega Corradi - per questa ragione occorre un intervento da parte del governo per consentirci di mantenere i servizi e rispettare gli impegni presi».

«Per inquadrare meglio il bilancio di previsione 2020-2022 occorre partire dallo stato di attuazione del nostro piano di riequilibrio, approvato nel 2014 e rimodulato nel 2016» aggiunge.

L’assessore Corradi sottolinea poi che «il trend dei risultati ottenuto fino al 31 dicembre 2019 attestano il rispetto delle previsioni del piano di riequilibrio. Ricordiamo che tali previsioni prevedevano un pagamento di debiti fuori bilancio e rientro disavanzo per circa 10 milioni di euro».

In relazione ai debiti fuori bilancio «al netto dei contenziosi ancora aperti per la prima volta dopo anni non prevediamo nessun riconoscimento di debiti – conclude Corradi - insomma tutti i debiti previsti nel piano di riequilibrio sono stati pagati e ne sono stati riconosciuti e pagati anche alcuni emersi dopo l’approvazione del piano. Dal 2014 al 2019 i cittadini mozzatesi hanno pagato debiti pregressi per 6.896.068 di euro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}