«Non c’entriamo con l’insulto al morto»  Sconfessato il capo degli ex carabinieri
Olgiate morto nei boschi

«Non c’entriamo con l’insulto al morto»

Sconfessato il capo degli ex carabinieri

Olgiate Comasco, interviene il coordinatore provinciale dei militari in congedo dell’Arma. «L’associazione non la pensa come Totaro, siamo vicini ai familiari del ragazzo scomparso»

«Il commento era personale ma l’errore c’è stato ed è palese. Noi ex carabinieri non la pensiamo come Totaro e prendiamo le distanze dal messaggio che è passato», afferma Carlo Colombo, il coordinatore provinciale dell’associazione nazionale Carabinieri. Non esclude provvedimenti nei confronti del responsabile della sezione di Olgiate Comasco, Juri Totaro, dopo la bufera sollevata con un commento sulla sua pagina Facebook. «Uno di meno», è stato il commento a seguito della notizia del recupero del corpo di Giovanni Todisco, l’uomo di 36 anni morto nei boschi olgiatesi dopo aver assunto un mix di droghe e farmaci.

«Quel commento è l’espressione di un singolo ed è una voce fuori dal coro che non rappresenta l’associazione - chiarisce il coordinatore provinciale - L’associazione che io rappresento, al contrario, è vicina ai familiari dell’uomo morto. Se hanno delle rimostranze si rivolgano a lui e non all’associazione».

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di GIOVEDÌ 1 ottobre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA