Olgiate, cantiere “fantasma” da due anni  «Decoro in centro, ora si cambia»
Da due quasi anni questa recinzione di cantiere fa brutta mostra di sè in pieno centro ad Olgiate Comasco

Olgiate, cantiere “fantasma” da due anni

«Decoro in centro, ora si cambia»

Una recinzione di cantiere che rappresenta un brutto biglietto da visita per chi arriva

Una recinzione di cantiere allestita da quasi due anni in pieno centro. Dalla parte opposta un parco ridotto in stato di degrado.

Il poco decoroso biglietto da visita in ingresso in città e, in entrambi i casi, sono proprietà private. Dalla primavera di due anni fa il parcheggio davanti a Banca Intesa in via Roma è stato interdetto. Dapprima con un nastro biancorosso tirato per tutta la lunghezza del condominio che ospita anche l’istituto di credito e in seguito chiuso con la classica rete di cantiere, in attesa di procedere alla sistemazione di quell’area. I lavori, finora mai partiti, dovrebbero iniziare a breve.

Nei giorni scorsi si è tenuta una riunione in municipio, convocata dal sindaco Simone Moretti, per discutere della questione con tecnici, polizia locale e l’amministratore di condominio del palazzo in oggetto.

«E’ stata una riunione molto positiva e costruttiva – dichiara il primo cittadino – Quel tratto è di proprietà privata e quindi il Comune può incidere fino a un certo punto. A noi premeva più che altro capire le tempistiche dell’intervento di sistemazione, sia in termini di riqualificazione che di pulizia, con rimozione della recinzione di cantiere per ridare decoro a quell’area situata in pieno centro. C’è la volontà di sistemarla in tempi contenuti, per cui mi auguro e spero che per questa estate quella zona torni a essere completamente sgombra da reti di cantiere». Delimitazione servita anche come protezione durante i lavori di sistemazione del tetto, ora si interverrà sul parcheggio. E’ intenzione dei proprietari riqualificare la pavimentazione (attualmente in porfido), sia per ragioni estetiche che di sicurezza.

Stanno valutando quale soluzione adottare. Se mantenere i sampietrini, oppure optare per una asfaltatura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA