Solbiate, proteste dopo l’incidente  «In centro si corre troppo»
L’incidente di sabato sera

Solbiate, proteste dopo l’incidente

«In centro si corre troppo»

Il sindaco Federico Broggi sollecita l’Anas a posizionare limitatori di velocità

Il sindaco Federico Broggi

sollecita l’Anas

a posizionare

limitatori di velocità

Dopo l’incidente di sabato sera, quattro auto coinvolte e alcuni feriti, il Comune torna a dare la “sveglia” ad Anas. Perentorio il sindaco Federico Broggi: «Va ridotta la velocità sulla statale, prima di piangere qualche altro morto. Non possiamo più permettere che questa strada sia utilizzata come una pista di Formula 1».

Nei prossimi giorni il sindaco invierà l’ennesima lettera ad Anas, per sollecitare la messa in sicurezza della statale Briantea in centro.

La scorsa estate il Comune di Solbiate aveva inviato ad Anas un progetto d’intervento che prevedeva l’installazione di impianti di video controllo delle infrazioni in corrispondenza degli attraversamenti pedonali all’altezza dell’intersezione con via Piave (teatro dell’incidente di sabato), dell’incrocio con via Cavour e del Fatebenefratelli, dichiarandosi disponibile a sostenerne interamente i costi (35.000 euro Iva inclusa).

Progetto bocciato da Anas. «Sono gli stessi cittadini (raccolte 446 firme) che chiedono l’installazione di semavelox, o comunque di un sistema di riduzione della velocità sulla statale, scambiata come un autodromo lungo il rettilineo dalla rotonda dell’Esselunga alla rotatoria del Bennet», rimarca Broggi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA