Ucciso in strada a Mozzate
Dieci anni di carcere

La sentenza con rito abbreviato e dunque con uno sconto di cinque anni di reclusione - L’ira dei genitori: l’omicida, che è ai domiciliari, ha postato una foto di lui con la famiglia su facebook

Ucciso in strada a Mozzate Dieci anni di carcere
La strada teatro della lite mortale, avvenuta il 6 agosto dello scorso anno. Ieri l’udienza e la condanna a dieci anni di carcere per l’imputato

In aula, a sentire la sentenza, seduti a poca distanza gli uni dagli altri c’erano i genitori e la moglie di Lorenzo Borsani da una parte e l’uomo accusato di averlo accoltellato a morte. Nessun commento. Nessuna reazione. Nessun contatto. Se non le parole dell’avvocato del papà e la mamma di Lorenzo (il legale comasco Simone Gatto), che al giudice ha fatto sapere di come quei due genitori siano rimasti scossi dal fatto che l’imputato - che si trova ai domiciliari - pochi giorni prima dell’udienza avesse postato una foto in compagnia dei suoi famigliari su facebook, come nulla fosse.

Dieci anni di carcere. Questa la condanna a carico di Flavio Briancesco, 51 anni di Locate Varesino, arrestato nell’agosto dello scorso anno perché reoconfesso dell’omicidio di Lorenzo Borsani, 36 anni, titolare assieme al padre di una storica autofficina sulla Varesina.

L’articolo completo su La Provincia in edicola oggi, 9 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}