Como, allarme infermieri  Nel prossimo anno  130 pensionamenti
Una ospite a Ca’ d’Industria: nel 2020 si acuirà la carenza di infermieri professionali in tutta la provincia

Como, allarme infermieri

Nel prossimo anno

130 pensionamenti

La preoccupazione dell’Ordine professionale. «Quota 100 moltiplica i numeri delle uscite dal lavoro. E manca il turnover: più colpite le residenze per anziani»

Non solo medici che mancano: la sanità è malata anche di infermieri professionali che sono molti meno di quelli che servirebbero, in particolare in una provincia come la nostra, che sente l’influenza della vicina Svizzera, dove trovano facilmente impiego centinaia di operatori sanitari comaschi qualificati e sicuramente ben pagati.

In questo quadro già poco positivo per la terra lariana (si stima in almeno un centinaio il gap di camici che mancano all’appello), si inserisce l’opportunità offerta da Quota 100, ovvero la possibilità di accedere alla pensione già all'età di 62 anni, in deroga alla Legge Fornero. «Questo provvedimento ha un effetto moltiplicatore sulle uscite dal mondo del lavoro - commenta dario Cremonesi, presidente dell’Ordine delle professioni infermieristiche di Como - Stimiamo che il flusso in uscita possa essere di tre o quattro volte superiore a quello fisiologico, dovuto alla legge ordinaria, “la Fornero” per intenderci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA