Como. «E ora intitoliamo   a don Roberto un nuovo dormitorio»
Il tendone allestito dalla Caritas in via Sirtori per l’emergenza freddo

Como. «E ora intitoliamo

a don Roberto un nuovo dormitorio»

Proposta di vari esponenti della sinistra ma c’è il veto leghista.Ferretti (FdI) lancia l’Abbondino alla memoria: «È stato un esempio»

Un dormitorio intitolato alla memoria di don Roberto Malgesini e l’Abbondino d’oro, fioccano le proposte e gli attestati di stima nei confronti del prete al servizio degli ultimi.

La casa albergo

All’indomani della tragica scomparsa di don Roberto in molti in città vorrebbero dedicare al sacerdote qualcosa che resti nel tempo. «Propongono dei gesti politici concreti – così scrive Celeste Grossi, anima della sinistra comasca, sul suo profilo Facebook - al sindaco, alla giunta, ai consiglieri che intendono davvero celebrare don Roberto chiedo di fare subito in un prestigioso immobile di proprietà comunale, quindi nostro, un centro notturno e diurno per chi vive e dorme in strada e di intitolarlo a don Roberto Malgesini di cui tutti dicono di voler seguire l’esempio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA