Como, ucciso per errore  dopo un tragico gioco  «Pensavo che la pistola fosse scarica»
I rilievi da parte dei carabinieri della compagnia di Como quando, sabato mattina, è stato ritrovato il corpo di Roberto Fusi (Foto by foto andrea butti)

Como, ucciso per errore

dopo un tragico gioco

«Pensavo che la pistola fosse scarica»

La versione dell’uomo accusato dell’omicidio colposo dell’amico, vittima di un gioco folle. La vittima gli ha chiesto: fai finta di spararmi. Lui aveva tolto il caricatore dalla Glock, ma non il colpo in canna

Paolo Moretti Giornalista

© RIPRODUZIONE RISERVATA