Coronavirus, fine della clausura  Le nuove regole tra cautela e rigore
Como,l’allestimento di un bus Asf in vista della fase 2

Coronavirus, fine della clausura

Le nuove regole tra cautela e rigore

Dalle mascherine alle attività commerciali fino allo sport e alla possibilità di fare visita ai parenti: da domani si cambia. ecco alcune risposte alle domande più frequenti

Quasi sessanta giorni dopo l’entrata in vigore del proverbiale “dpcm” con cui il governo annunciava, lo scorso 8 marzo, il “lockdown”, anche a Como da domattina cambieranno un po’ di regole.

In generale si tratta delle stesse disposizione in vigore nel resto del Paese, anche se - per esempio - la Regione Lombardia ha ottenuto l’obbligatorietà delle mascherine dappertutto, e non soltanto per chi utilizzi i mezzi pubblici, dove peraltro sarà proibito anche salire a bordo senza guanti. Il governatore Attilio Fontana , a proposito dell’utilizzo delle mascherine per coprire naso e bocca, ha reso esenti soltanto i bambini di età inferiore ai sei anni i portatori di disabilità che non possono indossarle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA