Piscina, liti in Comune e burocrazia  Il sindaco alza la voce. Dopo 7 mesi
La piscina di Muggiò è chiusa dal primo luglio e non ci sono certezze sulla riapertura

Piscina, liti in Comune e burocrazia

Il sindaco alza la voce. Dopo 7 mesi

Visioni diverse tra gli assessori allo Sport e Lavori pubblici e imprevisti

Landriscina in giunta ha dato un ultimatum per la firma

«Fate come volete, ma lunedì la vicenda va chiusa con la firma della convenzione». È più o meno questa la frase che il sindaco Mario Landriscina ha pronunciato in giunta, davanti all’intero esecutivo ma rivolgendosi soprattutto ai due assessori coinvolti nella partita della piscina di Muggiò che si gioca da più di sette mesi senza essere arrivata ad alcun risultato: Marco Galli con delega allo Sport e Vincenzo Bella che si occupa, invece, dei Lavori pubblici. Ad avere allungato i tempi di riapertura si sono messe infatti liti interne tra i due settori (con opinioni differenti su come procedere) oltre alla burocrazia che ha richiesto numerosi passaggi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA