Spaccio nei boschi, il ritorno dell’eroina  «Minorenni invogliati a provarla gratis»
Como, i sentieri dello spaccio vicino al parcheggio della piscina di Casate e autostrada

Spaccio nei boschi, il ritorno dell’eroina

«Minorenni invogliati a provarla gratis»

Preoccupa la vendita soprattutto tra i giovani di una droga che sembrava dimenticata. Nella zona di Casate la polizia sta indagando da due mesi

Nella mappa dello spaccio di droga nel Comasco la zona boschiva di Casate non è una novità, le forze dell’ordine effettuano anche lì controlli ormai da mesi.

Ci sono punti sicuramente più “rinomati” come i boschi dell’Olgiatese e la Superstrada 36 nelle aree a confine tra le province di Como, Lecco e Monza: in quest’ultima area numerosi blitz della Polizia hanno portato a continue retate di pusher, si tratta quasi sempre di spacciatori nordafricani che vivono nell’hinterland milanese e che poi vengono a vendere in provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA