La Germania chiama il made in Italy

Manifattura L’accorciamento delle filiere produttive apre nuovi spazi di collaborazione con le imprese lombarde.Benati (Torneria Metalli Cucciago): «Primi sette mesi molto positivi, ora va compreso se si può fare ancora di più»

La Germania chiama il made in Italy
Il settore meccanico lariano è fortemente integrato con il sistema produttivo tedesco

Corsa al reshoring anche per le aziende tedesche che, in fuga dalla Cina, cercano di accorciare le catene di approvvigionamento e riscoprono i distretti manifatturieri italiani.

Aumentano infatti le richieste di fornitori italiani da parte delle imprese tedesche e questo nonostante le difficoltà, su diversi fronti, della Germania: è la considerazione di Emanuele Gatti, presidente di Itkam, Camera di Commercio Italiana per la Germania. Mentre la domanda tedesca di forniture italiane cresce, gli investimenti diretti della Germania in Italia sono aumentati nel 2021, anche grazie al Pnrr, raggiungendo livelli mai visti che fanno leva su un consolidato interscambio tra le economie dei due paesi. E le stime per il 2022 sono di un ulteriore aumento della domanda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA