Como: chiude il dormitorio
Rabbia, «Dateci un tetto»

Ieri gli spazi di via Sirtori hanno accolto per l’ultima volta le persone. Cresce la rabbia: «Finiamo in strada». Caritas ha garantito l’apertura più a lungo del previsto, ma al Comune non è bastato un anno per trovare soluzioni.

Como: chiude il dormitorio Rabbia, «Dateci un tetto»
L’ingresso del dormitorio gestito dalla Caritas
(Foto di butti)

«Dateci un’alternativa. In strada a dormire non ci torniamo».

Rabbia e tensione si respiravano ieri sera, intorno alle 20, in via Sirtori. Sembra quel momento di caos calmo, prima che la tempesta si scateni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}