Emergenza energia: il palaghiaccio di Casate rischia la chiusura

Bilanci da rivedere Costi alle stelle, Csu cerca di correre ai ripari. Il Comune costretto ad aggiustare i conti: servono oltre tre milioni in più per gas ed elettricità

Bollette alle stelle, il Palaghiaccio è a rischio. È già successo ad altri impianti simili, ad esempio nel bellunese, con i palazzetti del ghiaccio costretti a chiudere a causa del caro energia. Anche Csu a Como è preoccupata per i costi dell’elettricità e del gas cresciuti in maniera esponenziale con previsioni fosche in vista della prossima stagione invernale. Le stime immaginano spese tre anche quattro volte più alte rispetto all’anno precedente. Il raddoppio è già un dato di fatto dallo scorso mese di luglio. I bilanci della società partecipata comunale così difficilmente reggono, non almeno senza delle misure correttive. Si tratta infatti di centinaia di migliaia di euro a cui fare fronte. Dunque nei primi giorni della settimana i vertici di Como servizi urbani hanno un appuntamento con assessori e tecnici in municipio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA