Il dormitorio nell’ex convitto
Quattro mesi e 200mila euro

L’area del San Martino rimane la più idonea a una soluzione duratura per i senza fissa dimora - Ma servono tempo e risorse. Il Comune, intanto, temporeggia sull’opzione di via Cadorna

Il dormitorio nell’ex convitto Quattro mesi e 200mila euro

Servono 200mila euro e quattro mesi di tempo per sistemare l’ex convitto nel San Martino e per accogliere cento senzatetto.

Ad un anno dalla mozione approvata per dare un dormitorio ai senza fissa dimora la politica discute ancora su quali immobili adibire allo scopo. Il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi , con l’ok dell’ente proprietario - l’Asst Lariana - ha suggerito l’uso rapido di via Cadorna, dove c’è il Sert.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True