Le denunce per lo scandalo delle ceneri
Il giudice: «Impossibile trovare il Dna»

Il tribunale di Biella archivia. Si erano mossi i familiari dei defunti, 230 comaschi - Secondo il medico legale, la cremazione rende impossibile l’estrazione dei profili genetici

Le denunce per lo scandalo delle ceneri Il giudice: «Impossibile trovare il Dna»
Il forno crematorio di Como rimase chiuso dal giugno del 2016 al maggio del 2020

Como

Il giudice dell’udienza preliminare del tribunale di Biella ha disposto l’archiviazione delle tante denunce (circa 480) sporte dai familiari degli altrettanti morti le cui salme furono bruciate nel forno crematorio del capoluogo di provincia piemontese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}