Nino Balducci
Lo stadio prima dell’addio

Ieri i funerali del popolare telecronista legato al Calcio Como: ex giocatori e tifosi nella chiesa gremita. Nel tragitto verso Sant’Abbondio il carro funebre ha fatto una deviazione, per un ultimo passaggio al Sinigaglia

Nino Balducci Lo stadio prima dell’addio
Como alla chiesa di Sant'Abbondio i funerali di Balducci telecronista delle partite del Calcio COmo
(Foto di Andrea Butti)

L’ultimo saluto. Non solo in chiesa. Anche allo stadio. Di nascosto dagli occhi curiosi. Non una kermesse pubblica, ma un momento intimo e toccante. Quando il carro funebre con la salma di Nino Balducci , in viaggio verso Sant’Abbondio per l’ultimo saluto al popolare telecronista del Calcio Como, transita davanti al Sinigaglia, la Maserati argento fa una improvvisa deviazione verso destra, che coglie di sorpresa anche le tre figlie Roberta, Manuela e Federica a bordo della triste balena metallica. I cancelli dello stadio si aprono come per magìa, e il convoglio si ferma proprio sotto la tribuna stampa: il portellone aperto, come per far sentire a Nino per l’ultima volta quell’aria, quel profumo, quella elettricità che solo un tifoso sente vibrare. Prima del funerale vero e proprio, questo ultimo saluto alla sua casa sportiva è stato quanto di più toccante e vero potesse accarezzare l’anima della voce più amata dalla Como tifosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}