Piscina, spiraglio per riaprire
Ma rinvio sul nuovo progetto

Muggiò: dopo i test Csu lavora per partire a settembre, ma senza pubblico. La proposta Majocchi: ora il Comune chiede integrazioni, i tempi si allungano

Piscina, spiraglio per riaprire Ma rinvio sul nuovo progetto
L’impianto di Muggiò è inagibile dall’inizio di luglio dell’anno scorso

Entro il 31 luglio il Comune, dopo un allungamento dei tempi a causa dell’emergenza Covid, avrebbe dovuto dare un parere sul progetto per rifare ex novo la piscina di Muggiò presentato dall’impresa Nessi & Majocchi con A &T Europe, società del gruppo Piscine Castiglione e Iccrea Leasing. Si tratta del piano che prevede la ristrutturazione completa con la realizzazione di tre vasche: una da 50 metri olimpionica (divisibile però in due vasche da 25 nel caso di alcune competizioni a vasca corta), una da 25 metri e una da 10 oltre a tutta la struttura per un costo totale comprese le quote per il riscatto (la modalità è quella del project financig in leasing), pari a 7,5 milioni (da pagare in rate ventennali).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}