Viale Geno, Comune bocciato
«Un bando privo di logica»

I giudici del Consiglio di Stato contro il testo della gara - Questione tesserati: il Tar aveva respinto un ricorso della Como Nuoto

Viale Geno, Comune bocciato «Un bando privo di logica»
La piscina di viale Geno ancora chiusa, si attendono le decisioni del Comune
(Foto di Foto butti)

Torni a rileggere le sentenze dl giudici amministrativi sull’ingarbugliato pasticcio ordito da Palazzo Cernezzi, in merito alla gara per l’affidamento della piscina di viale Geno, e scopri che già il Consiglio di Stato aveva bollato come «privo di logica» il testo del bando e, soprattutto, l’interpretazione postuma data dal Comune.

Non solo, ma dagli atti emerge anche come il Tar aveva rigettato un precedente ricorso di Como Nuoto sulle asserite irregolarità nelle indicazioni sui tesserati da parte della Pallanuoto Como (ovvero il motivo per cui quest’ultima è decaduta dall’aggiudicazione), ma basandosi su elementi all’epoca «generici» e quindi non sufficienti a far esprimere sul punto il Tribunale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}