Da Piombino all’Elba. L’impresa solidale di Alberto e Michele

#uneuroalmetro A nuoto attraverso il braccio di mare che divide l’isola dalla terraferma per aiutare Sociolario e l’Alveare

Da Piombino all’Elba. L’impresa solidale di Alberto e Michele
Michele Bottinelli e Alberto Ghielmetti

Per #uneuroalmetro, ormai tutto è pronto. Dopo una preparazione atletica e comunicativa molto impegnativa e importante, i due nuotatori il 4 luglio sono pronti alla traversata a bracciate che da Piombino li porterà a Cavo. In nobile scopo è quello di raccogliere (almeno) 20mila euro per finanziare una vacanza di tre giorni all’isola d’Elba per ragazzi diversamente abili di Sociolario di Como e l’Alveare di Olgiate Comasco.

Ma quante bracciate compongono gli 11mila metri che separano l’Isola d’Elba dalla terra ferma? Ce lo sapranno poi dire i Pirati dell’Elba, ovvero i due sportivi comaschi non professionisti, Michele Bottinelli e Alberto Ghielmetti che hanno voluto unire la passione per il nuoto e l’impegno sociale, attraverso imprese sportive che raccolgano fondi da donare all’associazione “L’alveare Onlus di Olgiate Comasco a sostegno delle persone disabili e alla cooperativa sociale Socio Lario di Sagnino (Como), che ha le stesse finalità. Quella di quest’anno non è per loro la prima esperienza, ma forse la più clamorosa. «Ci alleniamo sul lago di Lugano e da 9 mesi abbiamo fatto a nuoto più di 400 chilometri. È la nostra passione – raccontano Michele e Alberto - ma abbiamo voluto aggiungere un fine benefico ai nostri sforzi. L’impresa sportiva diventa un pretesto, uno stimolo, un catalizzatore per attrarre la solidarietà. Ci alleniamo duramente per riuscire ad affrontare il mare, ma i nostri sforzi, i nostri allenamenti non sono sufficienti per contribuire significativamente alle spese delle associazioni: ci serve il vostro contributo. Non chiediamo soldi per noi, non un euro entrerà nelle nostre tasche: tutte le donazioni, i contributi e le sponsorizzazioni vanno fatte all’associazione Alveare Onlus e alla Cooperativa Sociolario».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True