Quatar pass con... Ludi, il Dg del Calcio Como (pt 2 di 5)

L’intervista Nella seconda parte della passeggiata il Direttore degli azzurri dice: «Como è una location perfetta per un progetto internazionale» (Giovedì la terza puntata)

10:17

Seconda puntata della passeggiata con Charlie Ludi, il Dg del Calcio Como. In questo appuntamento il Direttore generale offre una visione inedita del rapporto tra una società di calcio e la realtà in cui è inserita: «Dobbiamo allontanarci dal mondo del calcio italiano: noi cerchiamo di attivare dinamiche lavorative su principi di lealtà e correttezza. Questo nel tempo ci ha sempre restituito tantissima appartenenza e credibilità». Il progetto Calcio Como, dunque, va ben oltre il calcio.

Ma perché i fratelli Hartono, ricchissimi imprenditori indonesiani, hanno scelto proprio Como? «Se devo immaginare un motivo di un investimento, inizio con il dire che è evidente che il calcio italiano è considerato quello con il maggior margine di crescita. Uniamoci il fatto che il calcio non sono più i 90 minuti della domenica, ma è anche un legame stretto con la comunità. Como, poi, è spendibile in tutto il mondo e per un progetto che ha uno sguardo internazionale, Como è una location perfetta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True