Giovedì 30 Giugno 2011

Montano Lucino, a Nadia Pesola
un funerale in motocicletta

MONTANO LUCINO - In un mazzo di margherite bianche, spuntava il rosso intenso di un garofanino: i fiori avvolti nel foulard della Ducati erano stati posati con cura sulla bara di Nadia, una motociclista.
L'ultimo saluto a Nadia Pesola, 44 anni non compiuti, è stato dato mercoledì mattina nella chiesa parrocchiale di Sant'Andrea a Montano, il paese in cui abitava da poco tempo. Nadia ha perso la vita venerdì scorso dopo un incidente sulla Regina, a Carate Urio, mentre andava verso Menaggio.
In chiesa, con i familiari, le sorelle e la mamma Giulia c'era anche il figlio di Nadia, Alex, un giovanotto. E tanti giovani hanno voluto dare un ultimo saluto composto e commosso a Nadia. In molti hanno pensato a lei, hanno lasciato traccia scritta della loro presenza, ricordando che avevano in previsione una gita o un giro in moto con lei. Molta la commozione nel pensare a Nadia, al suo carattere dinamico, determinato e insieme dolce, alla sua voglia di fare, al suo temperamento, alla sua bellezza. Nadia è stata scortata nel tragitto dall'ospedale Sant'Anna alla chiesa, e da quest'ultima verso il cimitero monumentale di Como - dove il suo corpo è stato cremato - dai motociclisti di Lariodesmo, il motoclub dedicato alle Ducati.

m.schiani

© riproduzione riservata