Lunedì 23 Giugno 2014

Aree dismesse a Como

favorito chi demolisce

L’area dismessa tra via Torriani e la tangenziale: degrado e sbandati

Como

Sono in arrivo norme per favorire gli operatori privati che sono disposti a demolire edifici in aree dismesse ma non possono realizzare subito un nuovo intervento, complice la crisi economica o altri problemi.

Nella variante al Piano di governo del territorio è infatti previsto che, dopo la demolizione, l’area “liberata” possa essere utilizzata per servizi a favore della collettività, convenzionati con il Comune. In questo modo, l’operatore che affronta una spesa consistente per gli abbattimenti riesce a incassare subito qualcosa; l’esempio tipico è la realizzazione di un parcheggio, fonte di introiti per il privato e - al contempo - servizio utile per i cittadini.

Ma si possono ipotizzare anche altre tipologie di servizi, dal giardino con bar alla zona per concerti, sempre a patto di convenzionarsi con Palazzo Cernezzi. Anche un modo per evitare che nelle aree dismesse il degrado prenda il sopravvento e si creino problemi di sicurezza, come denunciato per esempio per la zona tra via Torriani e la tangenziale.

© riproduzione riservata