Martedì 30 Settembre 2014

Campi devastati da cervi e cinghiali

Regione e Provincia non pagano

Un campo vistosamente “arato” dai cinghiali, addio al raccolto

Gli agricoltori del Pian di Spagna contestano il Consorzio per il mancato risarcimento dei danni da selvaggina? Dopo tante segnalazioni, assemblee di categoria e interventi eloquenti anche da parte di Coldiretti, dalla Regione arriva una risposta che potrebbe sorprendere: l’ente che deve risarcire non è il consorzio, ma la Provincia.

«Il nostro legale ci ha ribadito che a risarcire i danni provocati dagli ungulati alle colture del Pian di Spagna devono essere le Province di competenza» interviene Umberto Brusadelli, delegato della Regione per la riserva Pian di Spagna

Ma a villa Saporiti, sede dell’amministrazione provinciale, non risulta affatto che sia cambiato qualcosa in termini di responsabilità: «Per noi fa sempre fede l’articolo 15 della legge 394 su parchi e riserve naturalistiche, che attribuisce la responsabilità di danni causati da selvaggina all’ente gestore - sottolinea il responsabile del servizio caccia, Marco Testa - . La Provincia potrebbe essere chiamata in causa laddove in una riserva fosse libera la caccia, ma non è affatto il caso del Pian di Spagna. Chi gestisce un’area decidendo le regole, del resto, deve assumersi anche i problemi che si presentano».

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia.

© riproduzione riservata