Mercoledì 14 Maggio 2014

Multe ai clienti delle lucciole

Ma non fermano il via vai

Il problema delle lucciole a Cermenate resta, nonostante l’ordinanza del sindaco

Un fenomeno oggi impossibile da debellare, la prostituzione. Ma il Comune cerca di fare quel che può per tenerlo a bada, tanto più con arrivo dell’estate, il periodo peggiore. L’aveva promesso e il sindaco Mauro Roncoroni ha rinnovato l’ordinanza emanata in novembre che punisce con multe tra i 160 e i 500 euro tanto le professioniste del sesso quanto i loro clienti.

Ma nonostante le multe il fenomeno che non accenna a diminuire. Proprio per questo dopo l’estate scorsa si è arrivati a questo «per dare uno strumento alla polizia locale e ai carabinieri», continua. Nei primi mesi di applicazione erano state 50 le multe staccate, quasi tutte pagate entro i termini per evitare di ricevere a casa notifiche imbarazzanti da spiegare.

Fenomeno da contrastare

La presenza delle lucciole porta effetti molto gravi per quanto riguarda il decoro, l’igiene, la sicurezza. Compresa quella stradale, a causa della guida imprudente di chi si aggiri sulla provinciale 32 e sulla ex statale dei Giovi in cerca di prestazioni sessuali. Con l’arrivo della bella stagione, poi, il malessere dei residenti crescerà ancora.

© riproduzione riservata