Martedì 01 Aprile 2014

Chiude la pizzeria La Bufala

Rimangono a casa in tredici

Il camion delle mozzarelle stava scaricando la merce e i pizzaioli erano pronti per accendere il fuoco nel forno quando, lunedì scorso, il direttore del ristorante di Camerlata griffato “Fratelli la Bufala” si è presentato con tredici lettere di licenziamento per i dipendenti della pizzeria e con un annuncio: «Basta così, giù i battenti».

Ha chiuso all’improvviso, con il licenziamento in tronco di tutti i dipendenti, il locale di via Pasquale Paoli sorto sulle ceneri di Pastarito e di proprietà della galassia di società create da Luca D’Angelo, ingegnere aeronautico che s’è dato alla ristorazione diventando - tra l’altro - anche proprietario di una quota di minoranza della società che gestisce lo stesso brand “Fratelli La Bufala”.

Mentre da un lato l’imprenditore milanese continua a inaugurare locali di successo - come ad esempio le romane La Moderna (destinata ad ampliarsi addirittura a Miami) e Splendor Parthenopes - dall’altro arriva come una doccia fredda la chiusura della pizzeria di Camerlata.

© riproduzione riservata