Como, rivoluzione rifiuti  Mai più sacchi in strada per ore
Sacchi della spazzatura sul sagrato della basilica, in piazza San Fedele, alle sette di sera

Como, rivoluzione rifiuti

Mai più sacchi in strada per ore

L’assessore Rossotti: «Orari differenziati in centro storico

I sacchi passeranno direttamente dal barista al camion»

L’esercente consegna il sacco direttamente al netturbino.

Questo l’obiettivo - ambizioso - dell’assessore all’Ambiente Simona Rossotti, che ha deciso di affrontare subito il problema dei rifiuti lasciati per ore nelle piazze e strade del centro storico, proprio all’ora dell’aperitivo.

«Abbiamo effettuato una ricognizione, anche sulla scorta delle criticità segnalate dalla stampa, e ho chiarito le mie intenzioni sia in giunta che nella riunione con i capigruppo - spiega Rossotti - Il nodo principale è proprio quello dei giorni e orari di raccolta in centro storico, il sistema attuale va rivisto perché non possiamo accettare che turisti e comaschi siano seduti a un tavolino con attorno la spazzatura».

Dopo un confronto con il dirigente e con i tecnici dell’azienda appaltatrice, la bresciana Aprica, Rossotti questa sera farà un tour nei principali bar e ristoranti della città murata, per incontrare gli esercenti.

L’idea è chiedere a tutti di esporre sacchi e bidoni solo all’arrivo del camion di Aprica: «Nell’immediato vogliamo fare opera di sensibilizzazione su questo, ma l’ideale sarebbe arrivare a orari specifici e differenziati a seconda delle zone.

I DETTAGLI SU LA PROVINCIA DEL 4 AGOSTO


© RIPRODUZIONE RISERVATA