Due rapine in pochi giorni, pena di due anni e mezzo

Due rapine in pochi giorni, pena di due anni e mezzo

Aveva “visitato” un bar in Varesina e il discount Ld a Prestino

Un bar e un supermercato. Rapinati con gli stessi abiti, con lo stesso passamontagna e con lo stessa camminata un po’ claudicante.

Alla fine Liborio Falcetta, 45 anni, comasco, ha scelto la strada del patteggiamento e in udienza preliminare, con il giudice Ferdinando Buatier de Mongeot, ha ottenuto una pena di due anni e mezzo di carcere.

Falcetta era accusato di una tentata rapina a un bar di Camerlata e di un colpo messo a segno al discount Ld di Prestino. I carabinieri di Como avevano arrestato Falcetta in flagranza di reato, all’inizio di dicembre del 2014, quando armato di pistola aveva provato ad entrare nel bar di via Varesina 7. Peccato che a osservarlo c’era anche un equipaggio dei carabinieri del radiomobile di Como che ci hanno impiegato pochi istanti a fermarlo, nonostante avesse cercato di sbarazzarsi dell’arma buttandola in un cestino dei rifiuti.Dalle indagini successive, si è poi scoperto che Falcetta era l’autore anche di un’altra rapina, quella messa a segno il 5 dicembre scorso al discount Ld di via D’Annunzio, a Prestino.

Stessi abiti, stesso passamontagna, stessa camminata: in quel caso, però, il rapinatore riuscì a fuggire con 500 euro di bottino e a far perdere le proprie tracce. O almeno, era quello che credeva, visto che anche grazie alle immagini della videosorveglianza che lo avevano immortalato in azione, gli inquirenti sono riusciti a risalire a Falcetta come autore del colpo.

Così per i due episodi ha scelto di patteggiare: due anni e mezzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA