Infilzato nel cancello della Stradale  Ragazzo finisce in ospedale  Tutto per uno scherzo degli amici
Il cancello di ingresso della Polizia Stradale, tagliato dai vigili del fuoco per liberare il giovane (Foto by Foto Pozzoni)

Infilzato nel cancello della Stradale

Ragazzo finisce in ospedale

Tutto per uno scherzo degli amici

Si delineano i contorni dell’incidente avvenuto domenica mattina alle 6 in via Italia Libera a Como. Il giovane di 21 anni ha spiegato che gli amici gli avevano lanciato una scarpa nel cortile e lui voleva riprenderla

Uno stupido scherzo finito davvero malissimo. Con un ragazzo di 21 anni finito in ospedale con un pezzo di cancellata infilzato in una gamba.

Una scena quasi horror, quella che si è presentata agli agenti della squadra Volante della polizia, quando pochi minuti prima delle 6 sono passati in via Italia Libera. Hanno infatti visto quel ragazzo che si trovava appeso al cancello del cortile della polizia stradale, con la coscia infilzata da uno degli spuntoni realizzati, proprio, per evitare che qualcuno scavalchi.

E invece il giovane, 21 anni, originario di El Salvador, ma residente in città, ha provato comunque a entrare nel cortile della Stradale, ma il suo tentativo è finito decisamente molto male.

Sono stati proprio i poliziotti delle Volanti a chiamare i sanitari, con i soccorritori della Croce Rossa di Como che hanno praticamente attraversato la strada per prendersi cura del giovane. Inoltre è arrivata anche l’automedica. Ma è stato necessario anche l’arrivo dei vigili del fuoco, per liberare il giovane dal cancello.

E in effetti hanno dovuto tagliare parte dell’inferriata per poter liberare il giovane ed affidarlo alle cure del medico del 118.

Il giovane è stato portato quindi all’ospedale Sant’Anna di Como, dove i medici del pronto soccorso hanno pensato a suturare la ferita, non prima però di togliere un altro pezzo di cancellata che era rimasto conficcato nella coscia destra dello sfortunato ragazzo. Le sue condizioni non sono comunque drammatiche e nei prossimi giorni potrebbe essere dimesso.

Ma perché è finito infilzato in cima a quel cancelletto? Al momento bisogna affidarsi solo alle dichiarazioni del giovane. Agli agenti della polizia, ha spiegato che era finito in quella brutta situazione per colpa di alcuni suoi amici. Quando è stato ritrovato, il ventunenne era alticcio: nelle ore precedenti aveva bevuto decisamente troppo. Si trovava assieme a degli amici che, a un certo punto, gli hanno tirato un brutto scherzo: in sostanza gli avrebbero tolto una scarpa e gliela avrebbero lanciata nel cortile della polizia stradale.

Lui, per andare a riprenderla, ha cercato di scavalcare. Ma, di certo non aiutato dalle sue condizioni di ubriachezza, il tentativo è andato molto male: ha perso l’equilibrio e si è trovato infilzato sopra il cancello. Nel frattempo, però, gli amici lo avevano abbandonato, allontanandosi in tutta fretta.

Una versione, questa, che rimane ancora tutta da verificare: di certo non c’era alcuna “interesse” a entrare nella sede della Stradale, visto che al massimo avrebbe potuto trovare qualche verbale o poco più. Al momento, comunque, non ci sono provvedimenti nei confronti del ragazzo. Che deve già fare i conti con quella seria ferita alla coscia..


© RIPRODUZIONE RISERVATA