Giovedì 16 Gennaio 2014

Pronto il partito di Passera

«Shock contro il degrado»

Corrado Passera

Il nuovo movimento politico dell’ex ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, è ormai pronto. «Lo annuncerò nei prossimi giorni»- ha anticipato ieri illustrando il suo progetto ad una folta platea di manager, imprenditori, economisti e banchieri, riuniti dal club Ambrosetti a Milano. Le sfide del ritorno in politica di Passera saranno tre. Ridisegnare la macchina dello Stato per tornare ad attirare gli investitori esteri. Progettare un nuovo welfare. Una nuova legge elettorale a doppio turno per favorire un ritorno di passione degli italiani, per la politica.

Passera ha insistito molto sul suo programma shock per dare una scossa all’economia. La prima sfida è quella di riportare in Italia gli investimenti stranieri, fuggiti all’estero. Troppe regole, troppa burocrazia, troppa instabilità politica. La parola chiave sembra comunque essere qualità, a partire dai nomi dei candidati da mettere il lista. «La sfida all’antipolitica- ha detto ieri Passera- si vince puntando sulla qualità dei candidati. Se si presentano persone non di valore, la gente vota da un’altra parte, oppure nemmeno vota. Il mio progetto è una legge elettorale a doppio turno, con collegi piccoli e liste ridotte al minimo. Nel primo turno si presentano tutti per coinvolgere il massimo di elettori. Nel secondo si possono formare le coalizioni».

La nascita del nuovo movimento politico è questione di giorni. L’obiettivo di Passera sembra non essere solo quella di raccogliere l’eredità di Monti, ma di allargare la base del consenso di questa nuova formazione a tutti quelli che non si riconoscono nell’attuale scenario politico

© riproduzione riservata