Il turismo lariano  vuole ripartire  Nuovo hotel a Como
Nella seconda metà di aprile l’apertura del nuovo albergo

Il turismo lariano

vuole ripartire

Nuovo hotel a Como

In via Maestri Comacini, di fianco al Duomo il 4 Stelle Superior del Gruppo Grand Hotel Imperiale. Butti: «E a giugno l’inaugurazione del resort in Sardegna»

Un’altra struttura di pregio va ad arricchire l’offerta turistica del territorio. Dopo due anni di lavori, è pronto ad accogliere turisti di prossimità ed internazionali un nuovo, lussuoso albergo 4 stelle superior situato nel centro storico di Como.

«Non sarà un albergo dai grandi numeri, solo 19 camere di cui 7 suite per garantire agli ospiti un ambiente intimo e confortevole. E un servizio impeccabile affidato a 7 dipendenti accuratamente formati» spiega Umberto Butti, General Manager del Gruppo Grand Hotel Imperiale che nell’anno del Covid ha messo in cantiere un ambizioso piano di espansione. Il Gruppo in città possiede già l’Hotel Plinius, a Moltrasio la “base” con il Grand Hotel e il ristorante Imperialino. Ora un doppio salto in avanti, a Como e in Sardegna.

Realizzato in un edificio storico, DBH Lake Como, questo il nome della nuova struttura, gode di un’ampia visuale sul Duomo e sull’omonima piazza. Una posizione di assoluto pregio, contigua al nascente Museo di via Maestri Comacini e a via Vittorio Emanuele, crocevia dello shopping.

«In questo periodo non avere grandi concentrazioni di persone potrebbe essere una carta vincente e speriamo che possa aiutare la partenza di una stagione che si presenta comunque in salita - continua Butti - i lavori sono stati particolarmente complessi per rispettare le normative legate alla ristrutturazione di un monumento vincolato. L’intervento restaurativo ha mantenuto le medesime caratteristiche architettoniche con un “vestito” di design contemporaneo, tecnologie all’avanguardia e connettività con fibra ottica dedicata. Ormai siamo in dirittura di arrivo con l’allestimento interno, ma prevediamo di aprire solo dopo le festività di Pasqua».

Fase di incertezza

L’entusiasmo è frenato dal timore di rischiare uno stop a causa di altre restrizioni anti Covid.

«Viviamo un momento di grande incertezza e la pianificazione è fondamentale - sottolinea il manager - per gli alberghi del gruppo siamo riusciti nel 2020 a confermare tutti i contratti stipulati nel 2019. E continueremo con la stessa determinazione nell’anno corrente. Un risultato non da poco per il quale devo ringraziare la proprietà che con coraggio ha acconsentito a tener attive le varie strutture ricettive nel mare in tempesta della pandemia. Non ci sono parole anche per i dipendenti che hanno dimostrato un incredibile spirito di squadra accettando contratti part time in modo che tutti avessero uno stipendio garantito».

DBH Lake Como resterà aperto tutto l’anno, e a partire dai primi di settembre ospiterà corsi a numero chiuso sulla preparazione di cocktail e aperitivi.

La promozione

«Nonostante la pandemia sono convinto che Como e il suo lago continueranno a brillare tra le località scelte da star e viaggiatori alto spendenti alla ricerca di destinazioni esclusive» conclude convinto Butti che anticipa un altro significativo investimento della società in Sardegna. «Nel mese di giugno apriremo il Cala Sinzias Resort, un albergo di 95 camere costruito sul modello di un villaggio etrusco nel sud dell’isola. Per lanciare la struttura, il primo anno riserveremo una promozione speciale con sconto del 20% a tutti i residenti della provincia di Como che ci sceglieranno per le loro vacanze».


© RIPRODUZIONE RISERVATA