Ruffini (Moncler) in tv a Di Maio  «All’Italia serve un governo capace
Remo Ruffini durante la trasmissione di Lilli Gruber

Ruffini (Moncler) in tv a Di Maio

«All’Italia serve un governo capace

A Otto e Mezzo, faccia a faccia con il candidato premier Cinque Stelle: «Non possiamo permetterci di uscire dall’Euro»

Como

L’amministratore delegato di Moncler, Remo Ruffini, detta l’agenda politica del prossimo governo durante il confronto con il leader dei Cinquestelle Luigi Di Maio, durante la trasmissione di Lilli Gruber “Otto e mezzo”, in onda su La7.

«In questi giorni si parla molto del ministro Boschi, di banca Etruria, ma a me piacerebbe sentir parlare di progetti, di cosa vogliono fare i politici dell’Italia, dell’euro, dei pensionati» è l’esordio dell’imprenditore comasco. In un palleggio di opinioni con Di Maio, Ruffini non svela certo le sue preferenze politiche ma chiarisce subito che «l’Italia ha bisogno di un governo trasparente, capace di gestire l’azienda Paese, che è un’azienda delicata».

L’esordio di Luigi Di Maio è inevitabilmente legato, invece, proprio al tema delle banche, partendo dal caso Etruria: «Noi siamo per una vigilanza più forte sul sistema bancario» spiega. E Ruffini, sollecitato sul tema da Lilli Gruber, risponde: «Da imprenditore ho preso un’altra strada: mi sono quotato in Borsa, ho deciso di avere investitori da tutto il mondo, che dessero energia e che avessero cultura internazionale. Attrarre investitori è importante per un’azienda come la nostra, ma è importante anche per l’Italia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA