Stampe made in Como  per sognare  Lo stile di Francesca Ruffini
Una delle proposte della collezione estate 2021

Stampe made in Como

per sognare

Lo stile di Francesca Ruffini

Le creazioni dell’imprenditrice e stilista comasca per l’estate. «Ho viaggiato con l’immaginazione». E per lo showroom visite anche digitali

La sua signature sono sempre le stampe all Made in Como. Un uso di un’eleganza tutta italiana anche nella collezione estate 2021disegnata durante il lockdown e presentata in versione digital durante la recente fashion week milanese.

«Ho viaggiato con l’immaginazione, una libertà che nessuno può limitare nemmeno quando le circostanze obbligano alla domesticità forzata e al rimanere fermi negli spazi privati delle nostre case» spiega l’imprenditrice stilista. Appassionata viaggiatrice, Francesca Ruffini non ha rinunciato a far volare la sua fantasia, oltrepassando i confini del suo studio privato e del suo archivio, si è fatta trasportare in luoghi affascinanti e puri, dove l’aria è sottile e la natura dispiega incontrastata tutta la sua bellezza.

I motivi di F.R.S For Restless Sleepers Edition XII For Summer sono ispirate a questo desiderio di libertà e di evasione verso mondi immaginari, una composizione visual di elementi, tasselli che si rincorrono nel mood ispirazionale.

I motivi

Mongolfiere si librano nel cielo come farfalle; astronavi pronte a partire per esoterici viaggi astrali; fondali marini dove vivono sirene, coralli e madrepore. Francobolli come souvenir di paesi sconosciuti. E poi giungle intricate che echeggiano di suoni misteriosi; giardini botanici dove nascono piante rare e preziose come gioielli.

I famosi pigiami F.R.S For Restless Sleepers prendono altre forme per aderire alle attuali necessità quotidiane, dallo smarttworking alla nuova socialità più intima e domestica.

Grandi tasche pratiche e capienti sono applicate a giacche e vestaglie, usate come spolverini o come abiti, dalla vestibilità morbida e confortevole, adatta a corporature diverse come diverse e molteplici sono le personalità delle donne che li indossano. Bordi elastici a punto smock trasformano gonne midi in abiti senza spalline e camicie lunghe in miniabiti, perfetti per serate marine.

Caftani e parei hanno stampe coordinate ai nuovi costumi da bagno. I tessuti in seta e cotone sono leggeri e trasparenti; il lucido satin avvolge il corpo con una carezza sensuale e discreta.

I colori

L’intensità della palette cromatica viene attenuata con delicatezza, come soffusa da una nuvola di cipria. Il rosa pallido come le piume dei fenicotteri è acceso da lampi di carminio; il verde acqua si stempera in mille sfumature di blu, dal ceruleo degli spazi eterici all’oltremare delle profondità oceaniche. «Sono colori - evidenzia Francesca Ruffini - che trasmettono una energia intensa ma serena e resiliente, che affronta il futuro con la consapevolezza di chi sa che viaggiare con l’immaginazione ha il valore inestimabile della libertà».

Stravolti dal ciclone Covid 19 i tradizionali canali di vendita, anche la stilista comasca ha investito nelle ultime tecnologie per interagire con i clienti.

«Chi non può visitare fisicamente lo showroom -spiega Francesca Ruffini-si collega via zoom con un responsabile con cui interagire per visionare ogni capo. Contemporaneamente riceve il look book per “sfogliare” l’intera collezione, scegliere quello che più gli interessa, visualizzare i dettagli, le varianti di colore. Inoltre, una modella può indossare le proposte per dare un’idea del fitting».


© RIPRODUZIONE RISERVATA