Erba, addio ad Alberto Raimondi
Protagonista dallo sport alla politica

Aveva 90 anni. La presidenza dello Sci Club e della Federazione, la candidatura a sindaco e l’impegno nelle associazioni

Erba, addio ad Alberto Raimondi Protagonista dallo sport alla politica
Alberto Raimondi è stato un protagonista della vita associativa di Erba

Vinto da un male incurabile, affrontato con coraggio e sempre cosciente, assistito dalla moglie, la sua Carla, è morto il 18 dicembre all’Hospice Prina, Alberto Raimondi, persona molto conosciuta a Erba e Como per le sue molteplici operosità: nella vita sociale, nello sport, nella politica e in contatto continuo con i molti amici e con la gente comune. Aveva 90 anni ed è stato abbastanza in forma fino a pochi mesi fa quando il male si è accanito.Raimondi è stato per molti anni imprenditore con un’azienda commerciale a Lecco, che trattava materiale edilizio. Grande appassionato dello sci e della montagna sin dagli anni giovanili e dotato di una buona dote organizzativa, Alberto, è stato presidente per qualche anno poi anima catalizzatrice e organizzativa dello Sci Club di Erba. Per una quindicina d’anni è stato anche il presidente della sezione provinciale di Como della Federazione Italiana Sport Invernali. Questa tra le tante, è stata forse la sua medaglia più importante. Però anche l’intero suo palmares in campo sociale è di grande rilievo. Lo si trova nella storia dell’Università della terza età di Erba e dintorni quale promotore e primo presidente. È stato decenni fa anche alla presidenza del Lions Club Erba e poi socio assai attivo. Quindi l’esperienza come fondatore e poi revisore dei conti del Lariosoccorso di Erba. Per tutta una vita ha dato un gran vigore all’ambiente intorno all’Erbese Calcio, prima come consigliere poi come vice presidente e direttore generale. Ha avuto prima la stella di bronzo al merito sportivo assegnata dal Coni, in seguito la stella del Coni, sempre per meriti sportivi diventata d’argento. Eccolo poi attivissimo anche nella politica. Alle elezioni comunali del 1995, voluto da Marcella Tili, si candidò sindaco di Erba, in cima alla lista del Polo per Erba che era praticamente Forza Italia. Fu battuto al ballottaggio da Filippo Pozzoli della Lega Nord. Fu molto attivo anche come semplice consigliere in tutta la tornata amministrativa nella quale è stato presidente della commissione “Sport e cultura”. Raimondi è stato preso anche dalla passione per l’alpinismo e per l’arrampicata. Con la guida alpina Graziano Bianchi ha scalato il Monte Kenia in Africa. Ha “rocciato” molto con Guido Dell’Oro: lo Spigolo Nord del Badile, la via “Cassin” sulla Medale, molte della classiche vie della Grignetta. Ha partecipato poi, assieme ad altri erbesi, a una spedizione in Finlandia dove sono state compiute impegnativi percorsi di sci da fondo. I funerali si svolgono lunedì 21 dicembre alle 15 in Santa Maria Nascente.

(Emilio Magni)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}