Erba, elezioni, è scontro sulle frazioni. Oggi il faccia a faccia tra i candidati

Corsa a tre per la poltrona da sindaco. Prioritari (per tutti) i piccoli centri. Questa sera a Lariofiere l’incontro organizzato da “La Provincia” per presentare i programmi

Erba, elezioni, è scontro sulle frazioni. Oggi il faccia a faccia tra i candidati
Confronto pubblico fra i tre candidati sindaci. Da sinistra, Doriano Torchio, Mauro Caprani, e Giorgio Berna

In attesa del dibattito tra i candidati sindaci di questa sera a Lariofiere, l’ultimo scontro è sulle frazioni: per il centrosinistra sono state abbandonate, per l’amministrazione uscente molto è stato fatto.

Al di là delle polemiche, non mancano le ricette per il futuro: tutte le squadre in corsa contano di riqualificare i quartieri.

L’appuntamento alle 20.30

Per approfondire i programmi dei candidati Giorgio Berna, Mauro Caprani e Doriano Torchio, “La Provincia” ha organizzato un dibattito con il direttore Diego Minonzio: l’appuntamento è per questa sera alle 20.30 al centro espositivo di Lariofiere. Nell’attesa, la campagna elettorale si scalda.

Il Pd ha pubblicato un post sui social per sollevare il problema delle frazioni: «Le frazioni - scrivono i dem - sono la parte più ridente e amena di Erba, ma versano oggi in condizioni di abbandono». Il post è corredato da foto che testimoniano l’incuria di alcune strade e da un estratto del programma presentato nel 2017 dal centrodestra: promettevano riqualificazione e insediamento di funzioni sociali.

Dal centrodestra arriva la reazione del forzista Matteo Redaelli, presidente del consiglio comunale uscente. «L’amministrazione di cui parlano - dice - ha investito 1,6 milioni di euro per le frazioni. Abbiamo asfaltato strade sterrate che erano così da decenni, abbiamo sistemato marciapiedi, abbiamo posato nuove casette dell’acqua. Enrico Ghioni dovrebbe saperlo, visto che è stato in consiglio negli ultimi cinque anni».

Ricette per il futuro

Cosa dobbiamo aspettarci nel prossimo quinquennio? «Noi ci impegniamo - scrive Berna - a migliorare la pulizia di strade e marciapiedi e a introdurre il concetto di manutenzione programmata. Valorizzeremo Villa Ceriani a Crevenna e il Castello di Pomerio a Buccinigo, aprendo i parchi al pubblico. Il Cepp di Bindella tornerà a essere un luogo di aggregazione. Prevediamo poi un bus a chiamata per connettere centro e frazioni».

Anche Caprani promette attenzione alle frazioni, riprendendo il progetto di rigenerazione urbana per Villincino e Erba Alta che nei mesi scorsi non è stato finanziato da Regione Lombardia. «Resta meritevole di trovare realizzazione, restituendo la bellezza dei luoghi attraverso manti stradali, illuminazione e arredo urbano adeguati alla loro natura e alla loro storia». Verrà riqualificata Villa Ceriani e saranno organizzate feste, mercatini e visite guidate (in collaborazione con il Fai) per far vivere i quartieri tutto l’anno.

Le frazioni sono in cima alle priorità di Torchio. «Intendiamo convocare le assemblee di quartiere a cadenza periodica per far partecipare i cittadini alle decisioni dell’amministrazione. Pensiamo di favorire la possibilità, soprattutto per i giovani, di aprire nuovi negozi. Utilizzando lo strumento del bilancio partecipato, i residenti delle singole frazioni avranno la possibilità di presentare progetti utili ai quartieri. Le entrate delle eventuali alienazioni di Ca’ Mornigo a Crevenna e dell’ex municipio a Buccinigo verranno impiegate per interventi nel territorio appartenenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True