Venerdì 05 Novembre 2010

Paratie, mille giorni senza lago
E nessuno sa quanto ci costa

COMO - «Da questo momento ci vorranno forse ancora tre anni di lavori. Tutto dipende da come andranno alcune cose. L'apertura del primo lotto, anche se provvisoriamente, in primavera mi sembra un buon obiettivo alla luce di quanto successo». Parola di Antonio Ferro, dirigente comunale e responsabile del procedimento per il cantiere delle paratie rispondendo alle domande dei consiglieri presenti ieri mattina per un sopralluogo (solo tre di maggioranza, cioé il leghista Giampiero Ajani oltre a Piercarlo Frigerio e Pasquale Buono). E poco dopo il direttore dei lavori, Antonio Viola, anche lui dirigente comunale, ha aggiunto che «il primo lotto (da piazza Cavour ai giardini, ndr) verrà riaperto in modo provvisorio in primavera, tra giugno e luglio; il secondo (da Sant'Agostino a piazza Cavour) verrà concluso tra un anno cioé a gennaio 2012 sempre che i fatti contingenti, perizie, beni ambientali lo consentano. Per l'ultima parte ci vorrà un anno e mezzo». La prossima settimana verrà messa la palizzata anche tra la Darsena e piazza Cavour e si partirà con 75 metri a cui se ne aggiungeranno altri 50.
Rimane un grande punto interrogativo: gli aspetti economici. «Non sono in condizioni - ha risposto alle richieste pressanti dei consiglieri - di dare risposte perché c'è un contraddittorio in corso con la Regione. Quest'opera è infatti di competenza regionale e vuol dire che è della Regione che, non a caso, finanzia l'85% e ha una specifica competenza di legge». Sempre ieri il Comune ha fatto sapere di aver affidato tre incarichi (per complessivi 62mila euro) per il monitoraggio dell'interazione tra la falda e i fabbricati esistenti e anche per valutare «le possibili interazioni tra le opere previste e i fabbricati più prossimi alla vasca».

p.berra

© riproduzione riservata