Lunedì 16 Aprile 2012

Confermati i 30 anni
ad Alberto Arrighi

MILANO - Confermati i 30 anni di carcere per Alberto Arrighi al processo d'appello per il delitto di Giacomo Brambilla. L'omicida, stamattina, ha reso dichiarazioni spontanee davanti ai giudci della corte d'assise d'appello, spiegando che la decisione di commettere il delitto è maturata mentre aspettava Brambilla nella sua armeria di via Garibaldi e ammettendo quindi la premeditazione. Nonostante l'ok del Pm al riconoscimento delle attenuanti genereiche è stato confermato il verdetto di primo grado, quando Alberto Arrighi era stato condannato a 30 anni di carcere.

e.frigerio

© riproduzione riservata