Giovedì 30 Maggio 2013

Divieto in via Milano
Una multa al minuto

COMOUno scatto ogni 45 secondi. E senza neppure qualcuno che ti dica: «Cheese». E dopotutto hanno davvero poco da sorridere gli automobilisti comaschi, stando ai dati - elaborati ieri dal Comune - sui primi dieci giorni di entrata in funzione del vigile elettronico nel tratto alto di via Milano.
La telecamera, che dal primo maggio vigila sugli ingressi tra le 7 e le 9 del mattino, immortala quotidianamente una media di 120 automobilisti al giorno. Uno al minuto. Con punte, in alcuni giorni, di 173 passaggi non autorizzati registrati dal sistema di rilevazione posizionato in piazza San Rocco.
Nei primi dieci giorni di maggio nelle casse di Palazzo Cernezzi sono così virtualmente arrivati 50mila euro in più, grazie alle multe elevate in via Milano alta. Ogni contravvenzione, infatti, ammonta a 41 euro.
Scorrendo i dati sui primi giorni di “lavoro” del vigile elettronico emerge che il minor numero di multe è stato elevato proprio il primo giorno in cui è entrato in vigore del provvedimento, ovvero l'1 maggio. Il giorno peggiore, per contro, è stato sabato 4 maggio, con ben 173 accessi non autorizzati.
Dai prossimi giorni verranno notificate prime le sanzioni a chi è stato pizzicato in via Milano tra le 7 e le 9, quando il transito è consentito solo a bus di linea, mezzi di soccorso, taxi, veicoli a due ruote , residenti e frontisti autorizzati.


Leggi gli approfondimenti su La Provincia in edicola mercoledì 30 maggio

a.savini

© riproduzione riservata