«Como Women non molla mai. Il pareggio con il Milan è giusto»

Calcio A Non si è ancora spenta l’eco della clamorosa rimonta dal 3-1. La capitana Rizzon: «La strada giusta per togliersi altre soddisfazioni»

«Como Women non molla mai. Il pareggio con il Milan è giusto»
Julia Karlenas ha realizzato la prima rete del Como Women
(Foto di Cusa)

Il Como Women non muore mai. È questa la sintesi perfetta dell’ultima partita giocata dalle ragazze di Sebastian De La Fuente, che nell’ultima giornata del girone di andata del campionato di serie A sono riuscite a pareggiare 3-3 sul campo del Milan, dopo essere state sotto 2-0 e 3-1 e grazie a un gol del capitano, Giulia Rizzon, in pieno recupero.

Morale e classifica

Un risultato importante sia per il morale ma soprattutto per la classifica, visto che la sconfitta avrebbe lasciato il Como Women da solo al penultimo posto (davanti al solo Parma, che peraltro nella giornata di sabato aveva sfiorato l’impresa, perdendo in casa con la Juventus nel recupero dopo essere stato in vantaggio sino al 92’), data la contemporanea vittoria del Sassuolo, 2-1 sul Pomigliano.

Ora il Como Women invece è appaiato proprio alla formazione neroverde e può guardare con fiducia alle prossime partite, a partire dalla prossima, quella di domenica prossima (ore 14.30) allo Juventus Center di Vinovo contro la Juventus.

Ritornando alla sfida contro il Milan, proprio il capitano Giulia Rizzon è tornata a commentare la partita contro le rossonere di mister Maurizio Ganz: «Quello che ci siamo prese è un punto davvero importante, su un campo molto difficile. Il Milan ha sicuramente obiettivi molto ambiziosi e soprattutto valori tecnici diversi dai nostri, questo penso che dia ulteriore merito al risultato che abbiamo ottenuto».

Proprio Giulia Rizzon ha firmato il 2-2 al 93’ ribadendo in rete di testa un rigore da lei stesso calciato e respinto dal portiere della Nazionale, Laura Giuliani: «Il mio gol è stato frutto di un lavoro di squadra, non abbiamo mai mollato e ci abbiamo sempre creduto. Alla fine penso che per quanto si sia visto in campo il pareggio sia il risultato più giusto, anche se posso immaginare che non sia facile per il Milan averlo preso proprio allo scadere. Penso comunque – chiude il capitano del Como Women – che questa sia la strada giusta per togliersi altre soddisfazioni e ottenere i punti necessari per il nostro obiettivo».

E adesso la Juventus

Come detto, ora il Como Women è atteso da un altro scontro da brividi, ovvero la trasferta contro la Juventus. Di tempo però ne sembra passato parecchio da quell’esordio di fine agosto a Seregno, quando le bianconere si imposero sulla squadra di De La Fuente con un eloquente 6-0.

La crescita del Como Women è stata visibile, nei risultati ma soprattutto nel gioco, e con una Juventus che non sta più dominando come gli anni passati e attesa da una decisiva partita in Champions League giovedì sera contro l’Arsenal chissà che non si possa anche puntare al bottino pieno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA