Cantiere Mozzate. È qui che il Como costruisce il futuro

L’anteprima Tra gru e macchinari sempre all’opera siamo andati a vedere il nuovo centro sportivo azzurro. Lavori a buon punto, obiettivo è aprire a settembre

Cantiere Mozzate. È qui che il Como costruisce il futuro
Gru e macchinari al lavoro al centro sportivo di Mozzate
(Foto di Ellepì)

Gru e macchinari in azione, due spianate color marrone-terra: scenario da cantiere aperto a Mozzate, in viale Libertà, dove sta nascendo il nuovo centro sportivo del Calcio Como. Sarà il quartier generale della prima squadra e del settore giovanile, un centro destinato a diventare epicentro.

L’aggiudicazione

Con un blitz a sorpresa, il Como si era aggiudicato l’area all’asta giusto un anno fa – era il 22 giugno, acquisto poi formalizzato a novembre – per una cifra vicina al milione di euro. Il bene apparteneva alla fallita partecipata Mozzate Patrimonio e comprendeva, al momento dell’acquisto, due campi da calcio regolamentari, un campetto per l’allenamento, una pista d’atletica, due tribune coperte, bar, spogliatoi, locali custode, ambulatori e palestra, su circa 35mila metri quadrati.

Dopo aver perso nel 2019 l’asta per riappropriarsi dello storico centro di Orsenigo, il Como ha acquisito il centro di Mozzate ripensando a tutto il complesso, eliminando la pista d’atletica. E pensando a una serie di servizi, sfruttando gli immobili presenti all’interno del centro: saranno creati uffici, un nuovo bar-ristoro, gli spogliatoi e la palestra.

E, ovviamente, nuovi campi a disposizione di prima squadra e giovanili.

Sono proprio i campi il fulcro dei lavori di questi mesi, anche per porre fine al peregrinare delle squadre di questi ultimi anni, da Erba, Bregnano, Cislago, arrivando addirittura a Novarello.

E si punta a farlo da subito, o quasi: l’obiettivo è organizzare i primi allenamenti nella nuova struttura già a settembre. Certo, c’è molto da fare, ma filtra ottimismo da parte del Como.

Si lavora comunque a ritmo serrato, fin dalle prime ore del mattino e si cercherà di sfruttare in pieno anche l’estate. L’obiettivo è aprire, almeno parzialmente, la struttura per poter cominciare a sfruttarla per gli allenamenti e le partite.

Si stanno realizzando tre campi. Uno in erba sintetica con una tribuna in muratura e lamiera che sarà salvata: l’area è completamente spianata, pronta anche la ghiaia per il primo strato che sarà poi ricoperto dall’erba sintetica. Nei progetti, questo campo è destinato alle partite casalinghe della formazione Primavera. E anche la tribuna adiacente dovrebbe essere interessata da un intervento di maquillage.

A fianco al campo in erba sintetica, sorgerà invece un campo a 11 in erba naturale. Già abbattuta una vecchia tribuna, anche in questo caso il campo si presenta completamente spoglio, ma perfettamente livellato: si sta predisponendo l’impianto di illuminazione ed è pronto per la prima semina.

Erba naturale

A fianco, sarà realizzato un altro campo, di dimensioni ridotte e sempre in erba naturale, che servirà per la prova di schemi sui calci piazzati, ma anche di situazioni di attacco-difesa con e senza palla e sarà a disposizione anche del settore giovanile.

Questa sarà la “fase 1” del progetto, che proseguirà mettendo mano alle strutture per una sistemazione complessiva, per una fruizione migliore, con l’obiettivo di dotare squadra, giovani, ma anche ospiti e fornitori di un centro accogliente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}