Grande Como Nuoto  Affondata Camogli
Susak cannoniere: cinque gol, due su rigore (Foto by Foto Cusa)

Grande Como Nuoto

Affondata Camogli

Pallanuoto A2 - La squadra di Venturelli trema sul 2-6 .Scatta la reazione, con gli ospiti che perdono la testa. Susak firma il sorpasso (finale 10-9)

Como Nuoto 10
Camogli 9

COMO NUOTO: Garancini, Foti (2), Pagani (1), Susak (5, 2 su rigore), Busilacchi (1), Cantaluppi, Lava, Mandaglio, Beretta (1), Pellegatta, Bulgheroni, Fusi, Ferrero. All.: Venturelli.

CAMOGLI : Gardella, Beggiato (1), Iaci (2), Antonucci, Molfino, Spigno, Guenna, Solari, Cocchiere (3), Gatti (2), Molinelli, Cuneo (1), Barattini. All.: Magalotti

arbitro: Iacovelli di Roma e Ibba di Civitavecchia.

note - Parziali: 2-2, 2-4, 2-2, 4-1. Sup.num.: Como Nuoto 5 su 17, Camogli 4 su 7. Usciti per falli: Fusi (CN) nel p.t., Antonucci (CAM) e Foti (CN) nel q.t.. Esp.def.per gioco violento di Molfino (CAM) nel t.t.. Esp. di Guenna (CAM) per simulazione nel t.t., e di Cocchiere (CAM) per proteste nel q.t.. Spettatori: 250 circa.

Brava Como Nuoto, Una vittoria cercata, voluta con quella grinta e temperamento che in serie A/2 può fare la differenza.

Tanti falli in attacco puniscono la Como Nuoto in avvio, Camogli replica con ficcanti controfughe e trova un po’ sguarnita la difesa dei padroni di casa, che comunque non perdono terreno ed impattano (2-2, reti di Foti e Susak). Il parzialone che può far la differenza è del Camogli: solidità difensiva, Venturelli l’aveva previsto, uomo in più mal sfruttati dai locali, e gli ospiti si trovano sul 2-6 in un niente.

Pagani si ricorda di essere un combattente, segna e poi fa “l’indiano” di kemeniana memoria: ovvero, non torno e se torno, torno piano. Recuperata la palla, il numero tre ottiene l’espulsione: gol di Susak (4-6).

Sul 5-8, viene annullato un rigore per la Como Nuoto causa una espulsione già accordata, di lì a poco comincia il finimondo: va in tribuna Guenna per gioco violento, i lariani hanno a disposizione 4 minuti in superiorità, e li sfruttano siglando il parziale di 3-0 che riporta in parità il match.

Sulla scia dell’entusiasmo, con Camogli che ormai ha perso la testa, Susak segna con una superba palomba a giro telecomandata (9-8), poi ancora su rigore. E’ festa grande sugli spalti, Venturelli dissimula la gioia: la sua squadra ha compiuto la prima piccola, grande impresa dell’anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA