«L’obiettivo delle Rane Rosa?  La promozione in serie A1»
Ecco la formazione della Como Nuoto versione femminile (Foto by foto Cusa)

«L’obiettivo delle Rane Rosa?

La promozione in serie A1»

Le parole del dirigente del settore femminile della Como Nuoto Recoaro, Martino Romanò, in occasione della presentazione della squadra.

Stavolta le Rane Rosa fanno sul serio. Intendiamo dire che al contrario di dichiarazioni più o meno stringate rilasciate in fase di presentazione della squadra nelle precedenti stagioni, il clima è quello sereno di sempre, però la consapevolezza di affrontare l’anno giusto è entrata nello spirito delle giocatrici comasche.

«L’obiettivo è la promozione» dichiara senza mezzi termini Martino Romanò, dirigente del settore femminile della Como Nuoto Recoaro, in occasione del primo vernissage di presentazione che si è svolto domenica scorsa al Como Bar di via Volta.

Passato il primo momento di sconcerto, cerchiamo di leggere negli occhi del responsabile delle Rane Rosa una vena umoristica, o di pazzia: nulla di tutto ciò. L’affermazione è confermata e basata su dati scientifici, che nemmeno l’iperglicemia del buffet o il sovradosaggio alcolico potranno inficiare.

La squadra è rinforzata in ogni ruolo, le giovani sono cresciute, i nuovi innesti, tre, si sono inseriti in modo assai positivo nell’organico tanto da far quasi passare inosservato l’addio di Maurita Antonacci dopo due stagioni. La brava centrovasca di origini laziali ha appeso la calottina al chiodo, a lei va la riconoscenza della Como Nuoto Recoaro per il rendimento e l’esperienza portata nel gruppo.

Il campionato è alle porte (si gioca domenica a Genova alle 15 contro la Locatelli) e le frasi roboanti restano incise nell’acqua: lasciamo qualche ora al coach Tete Pozzi per valutarne la portata e se sposarle o meno, poi sonderemo anche la sua posizione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA