Rinnovo cariche Federciclismo Rigamonti: «È tutto da rifare»
Christian Rigamonti, vice presidente reggente (Foto by Cusa)

Rinnovo cariche Federciclismo
Rigamonti: «È tutto da rifare»

Il blocco da coronavirus non permette di presentare candidature e andare a elezioni

«Rimandato tutto a data da destinarsi». A dirlo è il vicepresidente reggente di FederCiclismo Como, Christian Rigamonti, che così commenta l’annullamento dell’assemblea elettiva straordinaria della Federazione lariana in programma a inizio aprile.

Oggi, almeno sulla carta, sarebbe infatti scaduto il termine per la presentazione delle candidature alle cariche di presidente e consigliere del Comitato provinciale comasco di FederCiclismo. Orfano del suo presidente Franco Bettoni, scomparso lo scorso 16 dicembre, e anche del collaboratore Lino Tagliabue, mancato pochi mesi prima il 21 agosto, il Comitato – attraverso il vicepresidente Rigamonti – aveva chiamato alle armi le sue società per stabilire il nuovo organismo dirigente per proseguire nel mandato iniziato nel 2017 e in scadenza proprio quest’anno.

Un’assemblea elettiva straordinaria, convocata non soltanto per sostituire il presidente, ma anche per rivedere l’intera compagine che oggi affianca Rigamonti. Tre, a oggi, i consiglieri in carica assieme al vicepresidente reggente (Franco Antognazza, Arif Messora e Matteo Sala), cui si aggiunge il collaboratore Pierangelo Ravazzini, eletti nel novembre 2016.

L’assemblea delle società comasche (45 i voti totali) avrebbe dovuto tenersi il 2 aprile. «È tutto annullato, tutto da rifare», commenta Rigamonti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA