Cantu, svolta per il de Amicis  «Alcuni privati vogliono comprarlo»
Le condizioni in cui versa l’ex collegio arcivescovile De Amicis, in centro Cantù

Cantu, svolta per il de Amicis

«Alcuni privati vogliono comprarlo»

Interviene la Facec, proprietaria del collegio. «Ci sono dei contatti, la trattativa è ben avviata ed è coinvolta anche l’amministrazione comunale»

È la Fondazione Ambrosiana per la Cultura ed Educazione Cattolica, proprietaria del comparto De Amicis, l’area dell’ex collegio in cima a salita Camuzio, a riferire l’esistenza di una trattativa in corso con un possibile compratore.

«Ci sono contatti che, data anche la complessità dell’operazione, si stanno tenendo con soggetti che hanno manifestato un interesse: c’è una trattativa avviata con una compagine strutturata - la risposta a La Provincia il direttore generale della Facec, Daniele Conti - C’è anche un coinvolgimento dell’Amministrazione comunale, parte decisiva nel processo di riqualificazione dell’intera area». Massima riservatezza sull’identità della compagine in questione. Nei mesi scorsi, si era parlato di una società del territorio.

(Christian Galimberti)

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola mercoledì 13 gennaio 2021


© RIPRODUZIONE RISERVATA