Capiago, faccia a faccia col ladro  «Mi sono chiusa in casa»
La zona di via Brugnago dove è stato avvistato il ladro

Capiago, faccia a faccia col ladro

«Mi sono chiusa in casa»

Il racconto: «È entrato in giardino, poi ha scavalcato. Mi ha spaventato, quella notte non ho chiuso occhio»

Un faccia a faccia con il ladro. Nel giardino di casa. Con uomo pronto a entrare in due appartamenti di via Brugnago, zona residenziale finita anche quest’anno nel mirino delle bande.

E una ragazza terrorizzata dalla visita. Abbastanza inaspettata e sgradita da perderci il sonno. Il malvivente si è introdotto in due diverse proprietà. La ragazza invita tutti a fare attenzione e a tenere i cani in casa. Per evitare, come è già successo proprio a Capiago Intimiano, che vengano avvelenati.

A ricordare quanto accaduto la scorsa sera è una ragazza di 25 anni. «Ho faticato a dormire questa notte - confida a La Provincia - È successo nel mio giardino. Forse erano le 18.30. Non ho visto come era vestito, perché era buio. Ho solo notato che aveva un telefono in mano che usava come torcia».

Immediata la telefonata ai Carabinieri. «Sono scappata in casa. Ho chiamato - prosegue - i Carabinieri sono stati molto gentili, hanno guardato sia da me che dal vicino. La rete confinante tra i due giardini si è leggermente piegata. Non mi risulta che sia stato rubato qualcosa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA