Mariano, la Roggia ripulita  ha retto ai temporali
Un volontario al lavoro nella Roggia Vecchia in secca (Foto by Silvia Rigamonti)

Mariano, la Roggia ripulita

ha retto ai temporali

Nonostante il ritardo del cantiere a seguito del ritrovamento di lastre di amianto, il corso d’acqua ora è in sicurezza grazie all’impegno dei volontari

La Roggia Vecchia ha superato la prova dell’esondazione. Gli argini più alti e il letto più ampio hanno retto, la scorsa settimana, agli acquazzoni improvvisi. E anche a quelli di ieri. Un corposo intervento di miglioria che, nato con l’obiettivo di scongiurare nuove fuoriuscite del torrente, oggi prosegue con ritardo.

A far slittare il termine della consegna dei lavori, fissato inizialmente per questa primavera, è stato il ritrovamento sul fondo del corso d’acqua di lamine in amianto. Il rifiuto così rinvenuto dagli operai sarà smaltito in una discarica autorizzata in Germania.

«Questo fine settimana si sono aperti gli interventi della Protezione Civile di Mariano volti a eliminare gli alberi e le erbacce dal letto della roggia - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Fermo Borgonovo - Nella giornata di sabato i volontari hanno lavorato nella zona San Rocco». E conclude: «Non so dire se ci vorrà ancora un mese piuttosto che due - conclude l’assessore - l’importante è vedere alla fine un lavoro fatto bene».


© RIPRODUZIONE RISERVATA