Strage di galline a Cantù  «Potrebbe  essere un puma»
Alessandro Pedroncelli indica dove ha visto il predatore

Strage di galline a Cantù

«Potrebbe essere un puma»

Allarme da quattro giorni: controlli di forestale, polizia locale e provinciale

È stato avvistato in pieno giorno, in via Indipendenza, a Cantù Asnago: un animale predatore, il principale indiziato della sparizione di circa 40 galline nell’ultimo mese. E di quattro anatre. Ma scappano terrorizzati, alla sola vista, anche i cani. Chi l’ha visto pensa che si potrebbe trattare di un puma. Ipotesi presa seriamente in considerazione dalla polizia provinciale di Como. Si esclude, al momento, la possibilità che sia fuggito da un circo. O che sia stato abbandonato. Possibile, invece, che si tratti di un animale detenuto anche illegalmente. E poi sfuggito al controllo del proprietario.

«Sopra era marrone chiaro, quasi sull’ocra, e sotto le zampe bianco. Aveva la coda lunga, tesa, sottile. L’ho visto mercoledì, all’una del pomeriggio. Era fuori lì, che stava prendendo una nostra gallina. Quanto è grosso? Un pelo più piccolo del pastore maremmano», afferma Alessandro Pedroncelli, 21 anni. E proprio il fatto che si tratti di un puma è preso, seppur con cautela, come possibilità da approfondire anche dalla polizia provinciale, intervenuta insieme alla polizia locale di Cantù.

© RIPRODUZIONE RISERVATA