Tamponi: a Mariano 9 positivi su 87 test
E i contagiati in città risalgono a 147

Resta costante l’andamento del Covid: 77 in quarantena, tra cui due classi di studenti. Il sindaco Alberti lancia un appello ai medici disponibili per il nuovo hub vaccinale al Palatenda

Tamponi: a Mariano 9 positivi su 87 test E i contagiati in città risalgono a 147
L’allestimento del nuovo centro tamponi rapidi marianese nella palestra di via Per Cabiate

Poco meno di novanta tamponi rapidi processati in cinque giorni. E nove positivi, ma asintomatici, individuati all’interno delle “isole” allestite nella palestra di via Per Cabiate. Sono i numeri della campagna “Mariano si_cura” promossa dalla Fondazione Porta Spinola grazie al sostegno della rete solidale che unisce la Croce Bianca il Comune sotto la struttura sportiva.

Perché a pochi passi dall’apertura del centro vaccinale locale, l’amministrazione vuole contenere il contagio sotto il campanile di Santo Stefano. Rimane alta l’attenzione verso il contrasto al diffondersi del coronavirus a una settimana dall’allentamento delle restrizioni.

Perché l’amministrazione vuole scongiurare l’incubo di un ritorno del contagio, promuovendo i test antigenici che in cinque giorni hanno intercettato 9 positivi su 87 tamponi rapidi processati, pressoché equamente ridistribuiti tra i marianesi e i residenti nei Comuni del circondario, restituendo così una percentuale di contagio pari a poco più del 10 % sul territorio del Marianese.

Torna a rialzare la testa anche la curva dei positivi, 145 a ieri, ossia 8 in più rispetto al giorno precedente. I casi accertati da inizio pandemia a ieri, invece, hanno toccato quota 2.315, ovvero 44 in più rispetto a lunedì, così come è andato aumentando il numero delle persone costrette in quarantena perché entrate in contatto con un positivo: 77 a ieri, anche se sul dato pesano le due sezioni scolastiche costrette a tornare alla didattica a distanza per via di un caso accertato in classe.

Si registra anche un decesso in più che porta a 64 le vittime pagate dalla città alla pandemia sino a ieri.

Questi sono i dati che traghettano Mariano verso l’inaugurazione del’hub vaccinale al “Palatenda” di via Don Sturzo. L’ultimo tassello da sistemare prima di partire è il personale dei medici di base, come ha spiegato il sindaco Giovanni Alberti. «Invito anche i tirocinanti e i dottori in pensione, a farsi avanti, mandando una mail all’indirizzo [email protected]» è l’appello del primo cittadino.

Il suo invito è stato raccolto da sette professionisti pronti a mettersi in gioco per permettere alla città di raccogliere la sfida di inoculare fino a 600 dosi al giorno, rispondendo a un bacino di 100 mila abitanti, compresa Cantù.

Silvia Rigamonti

© RIPRODUZIONE RISERVATA