«Tassa sui rifiuti  Erba è la città più cara»

«Tassa sui rifiuti

Erba è la città più cara»

La protesta Grido d’allarme di Confcommercio per le tariffe che sono più alte rispetto a Cantù, Olgiate e Mariano

«Per negozianti ed esercenti la tassa sui rifiuti ha toccato livelli insostenibili, a Erba più che altrove. Non basta non aumentare le tariffe, serve una riduzione drastica». Da Como a Erba, Confcommercio parla con una voce sola: le nuove tariffe della Tari scontentano proprio tutti, anche alla luce dei dati che emergono dai centri vicini. Baristi, fioristi e ristoratori erbesi spendono infatti più dei colleghi di Cantù, Olgiate Comasco e Mariano Comense.

L’altro giorno, in commissione bilancio, l’amministrazione comunale ha presentato le tariffe della Tari relative al 2017: nessun aumento, rispetto allo scorso anno alcune categorie (è il caso delle famiglie numerose e degli ospedali) godranno anche di uno sconticino. Messa così sembra quasi una buona notizia, ma se paragoniamo le spese che dovranno sostenere a Erba le categorie commerciali più vessate rispetto a quanto accade nei centri vicini i negozianti hanno motivo di lamentarsi.

I dettagli su La Provincia in edicola lunedì 20 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA